Contattaci
News

La matematica delle metropoli

Image From Wikimedia Commons

Alla base dell’espansione strutturale e produttiva delle grandi città del passato ci sono state le stesse regole matematiche seguite dalle metropoli moderne.

La matematica delle metropoli

I ricercatori della Colorado University hanno notato grandi analogie nelle strutture e nei modelli di espansione di metropoli odierne e del passato

FONTE: Wired – di Sandro Iannaccone – febbraio 24, 2015

A saperlo prima, Fritz Lang avrebbe forse ripensato alla struttura di Metropolis, la città dell’ipotetico futuro (anno 2026, per la precisione) in cui è ambientato l’omonimo capolavoro cinematografico del 1927, così spaventosamente diversa dalle metropoli di oggi. Eppure, stando a uno studio appena pubblicato sulla rivista Science Advances dagli scienziati della University of Colorado, Boulder, l’espansione delle città del passato, soprattutto in termini di struttura, produttività e demografia, obbediva alle stesse regole matematiche che seguono i moderni agglomerati urbani, nonostante i grandi cambiamenti culturali, politici e tecnologici avvenuti nel tempo. In particolare, gli autori del lavoro, coordinati dall’archeologo Scott Ortman, hanno scoperto che la costituzione di grandi insediamenti, duemila anni fa come oggi, ha permesso agli abitanti di essere più produttivi ed efficienti.

Crescendo, spiegano gli esperti, le città obbediscono a diverse regole matematiche. Con l’aumentare della popolazione, per esempio, l’area dell’insediamento tende a diventare più densamente popolata, anziché crescere di dimensione. Questo meccanismo fa sì che le persone vivano sempre più vicine le une alle altre, usino le infrastrutture più intensivamente, interagiscano più frequentemente e, di conseguenza, siano anche più produttive. Già lo scorso anno, in un altro lavoro, l’équipe di Ortman aveva scoperto che questo insieme di regole – il cosiddetto urban scaling – si applica sia alle città antiche che in quelle moderne: allora, i ricercatori analizzarono la collocazione delle abitazioni all’interno delle città per mostrare che, per l’appunto, anche gli insediamenti antichi tendevano a diventare più densamente popolati – e non più grandi – al crescere della popolazione.

Con lo studio appena pubblicato, i ricercatori hanno mostrato un’altra analogia: gli abitanti delle città del passato diventavano più produttivi ed efficienti man mano che la densità del loro insediamento cresceva, come avviene, ancora una volta, nelle città di oggi. “Con il crescere della popolazione di un villaggio o di un insediamento”, spiega Orman, “si nota che la produttività degli abitanti cresce ancora più velocemente. La teoria dello urban scaling spiega che questo è dovuto all’aumento delle interazioni sociali tra gli abitanti. Per chi vive in città densamente popolate è molto facile ed economico interagire con gli altri, che sono fisicamente più vicini”.

Per arrivare a questa conclusione, gli scienziati hanno studiato gli antichi insediamenti e la dislocazione di templi e case nell’area dove sorge attualmente Città del Messico, una delle città più popolose al mondo, confrontando i dati disponibili per oltre duemila anni di storia e quattro grandi ere culturali. Usando queste informazioni, i ricercatori hanno stimato popolazioni, densità, velocità di costruzione di monumenti e produttività di oltre 4mila insediamenti: i risultati mostrano, per l’appunto, che le città più popolose sono le più produttive, e che il tasso di crescita della produttività degli insediamenti del passato è esattamente lo stesso di quello delle metropoli di oggi.

Secondo Ortman, si tratta di un risultato “bizzarro e incredibile”, dato che “ci è sempre stata inculcata la teoria che grazie a capitalismo, industrializzazione e democrazia il mondo di oggi sia radicalmente diverso da quello del passato. Abbiamo scoperto, invece, che il volano fondamentale dei modelli socioeconomici urbani è molto precedente, e strettamente collegato alla possibilità di creare reti sociali umane”.
http://www.wired.it/scienza/2015/02/24/matematica-metropoli/?utm_source=twitter.com&utm_medium=marketing&utm_campaign=wired

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from Youtube
Vimeo
Consent to display content from Vimeo
Google Maps
Consent to display content from Google
Spotify
Consent to display content from Spotify
Sound Cloud
Consent to display content from Sound