Emanuele Spampinato

Presidente

Emanuele Spampinato, classe 1973, sposato e padre di tre figli, vive a Catania dove si è laureato a pieni voti in Ingegneria Informatica nel 1997. Esercita la libera professione di Ingegnere, occupandosi di progetti di innovazione, ricerca e sviluppo nel settore ICT (Information and Communication Technologies). Svolge inoltre attività di consulenza aziendale e manageriale nell’ambito di progetti di sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali, supportate anche da programmi di finanza agevolata a valere sui fondi regionali, nazionali e comunitari. Attualmente è presidente e amministratore delegato di Etna Hitech Scpa, consorzio di imprese ICT dell’Etna Valley fondato a Catania nel 2005. Sono molteplici le esperienze professionali e i ruoli tecnici e manageriali ricoperti in diverse aziende del settore ICT.

Muove i primi passi in Zetel, azienda catanese specializzata nello sviluppo di applicazioni software per il turismo, iniziando nel 1991 a collaborare nello sviluppo di soluzioni informatiche, ricoprendo dal 2002 il ruolo di responsabile della divisione di sviluppo software fino ad entrare nel 2004 nella compagine societaria. Ricopre successivamente il ruolo di direttore tecnico e responsabile ricerca & sviluppo, con l’obiettivo di mantenere aggiornato il livello tecnologico della soluzioni dell’azienda,  in funzione dei cambiamenti nel panorama delle tecnologie di sviluppo software e dei nuovi requisiti che il mercato esprime e che occorre soddisfare con la realizzazione di nuove funzionalità software, contribuendo in modo determinante al successo che condusse l’azienda alla leadership in Italia nel settore del software gestione per il turismo. Dal 2006 al 2009 si occupa inoltre degli aspetti amministrativi e di gestione legati ai progetti di finanza agevolata.

Nel 2006 inizia il proprio impegno di politica industriale promuovendo la costituzione della sezione Hitech & ICT di Confindustria Catania, ricoprendo il ruolo di presidente fino al marzo 2008. Come delegato regionale partecipa ai tavoli di partenariato sui temi dell’innovazione, contribuendo alla redazione del Quadro di riferimento strategico per la Società dell’Informazione e la Strategia Regionale per l’Innovazione. Partecipa alla costituzione del Distretto Tecnologico Sicilia Micro e Nano Sistemi e al Distretto Produttivo ICT Etna Valley. Organizza diversi convegni ai quali partecipa come relatore, approfondendo il tema dello sviluppo della Società dell’Informazione e il ruolo dell’ICT nella crescita del territorio. L’azione svolta nell’ambito del ruolo sindacale è teso al coinvolgimento delle aziende ICT, e in particolare le piccole e medie imprese, in percorsi di aggregazione mediante la realizzazione di iniziative congiunte. Particolarmente intensa è l’interlocuzione con la pubblica amministrazione locale e regionale, al fine di promuovere maggiori investimenti ICT con il coinvolgimento delle imprese del settore presenti sul territorio regionale, in una logica di mercato concorrenziale.

Nel 2008 consegue un master in direzione e strategia d’impresa presso la Business School 24 di Milano, consolidando la propria formazione sui temi del management, amministrazione e controllo, gestione finanziaria, gestione risorse umane, marketing, comunicazione, politiche commerciali, strategia d’impresa, internazionalizzazione, operations e PMI.

Nel 2009 viene nominato presidente di Sicilia e-Servizi Spa, la società strumentale della Regione Siciliana per l’informatica e le telecomunicazioni, assumendo nel 2010 piene deleghe gestionali, proponendo un piano di riorganizzazione societaria finalizzato alla qualificazione della domanda ICT della pubblica amministrazione regionale e il confronto competitivo con l’offerta del mercato. Nel corso del mandato sviluppa importanti relazioni con il Dipartimento dell’Innovazione Tecnologica del Ministero della Funzione Pubblica, con il DigitPA, il CISIS e partecipa attivamente ad ASSINTER Italia, l’associazione delle società pubbliche per l’innovazione tecnologica. Membro del comitato di indirizzo della banda larga della Regione Siciliana, coordina il gruppo tecnico di lavoro per la redazione del piano della sanità digitale e del piano di innovazione tecnologica regionale. Organizza diversi convegni ai quali interviene come relatore, approfondendo in modo particolare il tema del codice dell’amministrazione digitale (CAD), dell’e-democracy e della sanità elettronica.

Nel 2012, concluso il mandato in Sicilia e-Servizi, è ideatore e promotore del progetto PRISMA / Smart Urban e-Government Platform, finanziato dal MIUR nel contesto dell’iniziativa Smart Cities and Communities – PON Ricerca & Competitività quale “progetto strategico” per l’ambito Cloud computing technologies per Smart government, che consentirà di sperimentare presso il Comune di Catania, in collaborazione con l’Università di Catania, l’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR e aziende che operano in Sicilia, tecnologie innovative di e-government di riferimento per il paese.

Da giugno 2012, nel ruolo di amministratore di Etna Hitech, è tornato partecipare attivamente alle iniziative territoriali inerenti i distretti tecnologici e produttivi, ricoprendo tra l’altro il ruolo di componente del comitato esecutivo del piano di sviluppo di filiera del distretto produttivo Etna Valley.

Nell’ambito delle attività di consulenza per lo sviluppo di nuove iniziative, ha sviluppato e coordina progetti a valere sulle misure PO FESR per il settore turistico e per la creazione di nuove imprese giovanili. E’ altresì impegnato nella definizione dei piani industriali di importanti iniziative imprenditoriali, finalizzati anche alla presentazione delle istanze di accesso alle agevolazioni previste dai contratti di sviluppo nazionali MISE e dai contratti di programma settoriali della Regione Siciliana. Tra le iniziative di maggiore successo, nella qualità di consulente della Cesame Società Cooperativa, ha supportato i soci lavoratori nella trattativa con il MISE e la Regione Siciliana per l’individuazione e la definizione dei più opportuni strumenti normativi e agevolativi necessari per il rilancio della storica industria catanese di ceramiche sanitarie.

Nel Febbraio 2015 aderisce ad ASSINTEL – Associazione Nazionale delle Imprese ICT, costituendo il comitato territoriale ASSINTEL Sicilia, divenendone coordinatore e entrando di diritto a far parte del direttivo nazionale. Viene contestualmente nominato componente di Giunta di Confcommercio Catania con delega all’innovazione e alla cabina di regia per il Patto per Catania Città Metropolitana.  Nel 2016 assume per Confcommercio Sicilia il ruolo di delegato al Tavolo di Partenariato per la programmazione della Regione Siciliana, entra a far parte della Segreteria del Partenariato divenendone coordinatore e membro del comitato di sorveglianza del PO-FESR 2014-2020 Sicilia.

Nel novembre 2016 viene nominato Vicepresidente nazionale di ASSINTEL, assumendo tra l’altro l’incarico di delegato all’ IT Supplier Board istituito presso CONSIP. In ambito nazionale collabora con la struttura Innovazione di Confcommercio e nel 2017 partecipa all’ideazione del progetto EDI – Ecosistemi Digitali per l’Innovazione nell’ambito del piano Industria 4.0, supportando la giunta nazionale, nella figura del delegato all’innovazione, nelle attività inerenti alla cabina di regia Industria 4.0 istituita presso il Ministero per lo Sviluppo Economico, al comitato di sorveglianza PON Città Metropolitane 2014-2020 e ai rapporti con il Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca.