Trent’anni Assintel, la promessa dell’assessore Armao su Agenda digitale Sicilia

“Entro i primi di febbraio intervento di modifica su alcuni punti”

Il vicepresidente nazionale Spampinato: “Alla Regione chiediamo chiarezza e concretezza. 

Bene spesa pubblica organizzata per il digitale con regole certe”

“Entro i primi di febbraio porteremo in Giunta regionale una modifica all’Agenda digitale in modo da poter ripartire e avviare il confronto con gli operatori del settore. Si è arrivati ad un consistente avanzamento nella pianificazione della spesa connessa alla Programmazione e in linea con le indicazioni del piano nazionale per la digitalizzazione, come già prospettato dalla precedente giunta, è necessario ricorrere alle convenzioni Consip per accelerare la spesa e scongiurare l’ipotesi di perdita di fondi”.

WhatsApp Image 2018-02-02 at 13.06.37

Lo ha detto il vicepresidente della Regione, Gaetano Armao, in video collegamento con Catania nel corso dell’incontro dedicato ai Trent’anni di Assintel tenutosi nel salone dell’incubatore d’imprese, Vulcanìc in Etna Hitech; l’assessore regionale all’Economia ha così risposto alle sollecitazioni della platea di imprenditori dell’ICT e del vicepresidente nazionale di Assintel, Emanuele Spampinato. 

“La prossima settimana – ha dunque specificato Armao- si arriverà in giunta con l’intervento di modifica di alcuni punti. Ho incontrato l’assessore alla Cultura e poi incontrerò quello alla Sanità, proprio per confrontarci con loro sui segmenti di agenda digitale che si riferiscono ai loro comparti di amministrazione”.

IMG_1482
IMG_1468

Ai festeggiamenti per i trent’anni dell’Associazione nazionale imprese ICT in seno a Confcommercio, sono intervenuti Pietro Agen, presidente della Camera di Commercio di Catania, Siracusa e Ragusa, il presidente di Confcommercio Catania, Riccardo Galimberti, e il vicepresidente nazionale Confcommercio Giovani, Pietro Ambra. Nel corso del collegamento con Milano, gli imprenditori siciliani – Catania è stata scelta da Assintel nazionale come città del Sud interlocutrice della giornata- hanno potuto interagire con Giorgio Rapari, (presidente Assintel), Carlo Sangalli (presidente Confcommercio – Imprese per l’Italia) e Diego Piacentini(commissario straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale) e gli assessori al Digitale della Regione Lombardia, Luca Del Gobbo, e della Regione Umbria, Antonio Bartolini.

Spampinato ha spiegato che “Assintel rappresenta le aziende che si occupano dell’ultimo miglio del digitale e che si sporcano le mani in questa difficile fase di transizione. Il digitale è una dimensione della realtà che ci circonda e chi non se ne avvede rischia di rimanere ai margini della società, determinando nuove forme di disagio sociale. La trasformazione digitale è un tema culturale da comprendere adesso e non è possibile rimandare, pena la desertificazione di tutti i settori della nostra società. Ecco perché oggi chiediamo alla Regione chiarezza e concretezza su Agenda digitale e non solo. Possiamo però dire che siamo almeno di fronte ad una scelta politica che organizza una spesa pubblica sul digitale, finalmente con regole certe”. 

IMG_1495

Nella foto, da sinistra: Galimberti, Agen, Ambra, Spampinato e, in collegamento video, l’assessore regionale Gaetano Armao

L’Assessore Armao ha aggiunto che uno dei “vantaggi oggettivi della digitalizzazione è quello di ricentralizzare la Sicilia, ricollocandola in uno scenario di mercato mondiale”, e che “la Sicilia ha una rilevanza strategica nel panorama mondiale delle connessioni” ; il vicepresidente della Regione ha anche aggiunto, facendo proprio uno spunto recepito durante il confronto, che “la Sicilia può essere un luogo non solo che consuma digitale, ma che produce, sperimenta e struttura il digitale”.