Wake UP

Wake Up promuove percorsi di inclusione socio-lavorativa, stabili nel tempo, destinati a soggetti disabili psichici.

Il progetto parte dalla consapevolezza che l’inserimento lavorativo dei disabili psichici rappresenta, nel quadro della più generale problematica occupazionale del nostro paese, un aspetto di particolare complessità e interesse. Il disabile psichico, non è solo portatore di uno svantaggio, ma affetto da un handicap poco definibile, meno circoscrivibile all’interno di rigidi criteri rispetto all’handicap fisico.

Wake up intende inserire i destinatari del percorso di formazione in un settore quale la digitalizzazione documentale che presenta ottime prospettive di crescita nel futuro più immediato. I recenti provvedimenti normativi – finalizzati ad orientare le imprese e le Pubbliche Amministrazioni verso la dematerializzazione dei documenti e dei procedimenti amministrativi, con l’introduzione di nuovi strumenti tecnologici e la previsione di obblighi e sanzioni per gli Enti inadempienti – testimoniano, infatti, la forte attenzione allo sviluppo del governo elettronico.

Il progetto Wake Up si sviluppa su quattro fasi con l’obiettivo finale di garantire il pieno inserimento sociale e professionale dei soggetti destinatari.

Fase 1 – Questa prima fase prevede la creazione di una rete di servizi e l’implementazione delle azioni di sensibilizzazione, con incontri di formazione e workshop tenuti da esperti del settore destinati a tutti i soggetti coinvolti nel progetto, quali tutor, enti di fornitura di servizi, ecc…

Fase 2 – Formazione destinatari in materia di digitalizzazione documentale e archiviazione ottica. 900 ore di formazione tecnico-professionale ad un gruppo di 10 destinatari portatori di handicap psichico suddivise in 600 ore di formazione d’aula e 300 ore di stage formativo presso le aziende del consorzio Etna Hitech.

Fase 3 – Orientamento al lavoro.

Il progetto intende accompagnare i destinatari lungo un percorso che miri alla loro concreta autonomia e alla cosciente consapevolezza delle proprie potenzialità. Pertanto questa fase prevede colloqui individuali e di gruppo, condotti da professionisti esperti in disabilità psichiche, volti a rilevare quanto emerso nell’attività di stage e individuare quali sono le posizioni di lavoro più compatibili.

Fase 4 – Inserimento lavorativo.

Step 1) Attività di work experience
4 mesi di work experience presso le aziende affiliate al Consorzio Etna Hitech. I discenti svolgono la loro attività divisi in gruppi di due affiancati da un tutor.

Step 2) Costituzione di una cooperativa sociale di tipo B e start-up d’impresa
Costituzione di una cooperativa sociale di tipo B specializzata nei servizi informatici da esternalizzare. Lo scopo di tale scelta è quello di conferire professionalità al percorso seguito dai destinatari e inserirli in un ambito lavorativo dalla forte connotazione imprenditoriale che favorisca la creazione di occasioni stabili di inclusione sociale attraverso una vasta gamma di esperienze.

La professionalità acquisita sarà infatti spendibile in tutte quelle realtà in cui si riscontra una certa sovrapproduzione di materiale cartaceo e la digitalizzazione è necessaria allo snellimento dei processi, sia interni che esterni: PA; Banche; Aziende; Enti di Formazione ecc.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *