PRISMA Smart Urbs

PRISMA è un progetto di collaborazione fra le Pubbliche Amministrazioni delle Regioni e delle Città dell’Italia Meridionale, Industrie, Enti di Ricerca e Università italiane, finanziato dal MIUR – PON Ricerca e Competitività 2007-2013 per trasformare l’Italia in un paese “Smart”.

Etna Hitech, nel contesto del progetto, svolge un ruolo di consulenza nei confronti dei Partner per lo sviluppo di innovazione tecnologica in materia di software. Il Comune di Catania si è impegnato a fornire il contesto pilota per la sperimentazione di alcune innovative soluzioni applicative di e-Government orientate alla reingegnerizzazione dei processi della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) e finalizzate alla misurazione della performance interna (efficienza/efficacia) ed esterna (percepita) dell’azione amministrativa.

Tali soluzioni saranno implementate adottando il paradigma del Cloud Computing, avvalendosi di una nuova Infrastruttura-Piattaforma a Servizi (I-PaaS, Infrastructure – Platform as a Service) denominata appunto Smart Urbs, la cui adozione da parte di una PAL può condurre a notevoli risparmi in termini di costi totali di proprietà, garantendo allo stesso tempo la qualità del servizio desiderata. La piattaforma offrirà servizi cloud di Business Process Management (BPM) e Quality of Service (QoS), che consentiranno alla PAL di pervenire alla definizione formale dei processi e alla loro misurazione.

La sperimentazione delle soluzioni applicative, riguarderà gli ambiti della Mobilità, del Decoro Urbano e dei Servizi Sociali, e coinvolgerà i Cittadini nella valutazione della qualità dei servizi mediante l’analisi del Sentiment integrando Social Media sia verticali sia orizzontali. Un set di servizi, strumenti e supporti utili alla comunicazione, condivisione e scambio di dati sensibili in modo semplice, sicuro, certificato e affidabile. Risposte mirate ed efficaci per tutte le numerose e diversificate esigenze di città veramente smart.

Competenze

  • Progettazione di processi nativamente digitali con metodologie e strumenti di Business Process Management;
  • Realizzazione di servizi evoluti per il cittadino secondo il paradigma degli Open data e della compartecipazione tra PAL, cittadino e sviluppatori;
  • Ambiti di sperimentazione: Decoro Urbano, Mobilità e Servizi Sociali.

Perché “Smart Urbs”

L’unione dei termini Smart (semplice) che richiama il trend delle Smart City unito a Urbs indica propriamente la città latina per antonomasia intesa però come l’insieme degli edifici e delle infrastrutture. 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *