New York smart city: ecco come la 42esima strada diventa un parco

La trasformazione di una delle strade più famose di New York in un parco sostenibile a pochi passi dalla stazione Centrale è uno dei progetti più importanti dell’evoluzione smart city.

New York smart city: ecco come la 42esima strada diventa un parco

Nel progetto di Pink Cloud, un gruppo di architetti danesi, la famosa via che attraversa Manhattan si trasforma in greenway

Fonte: Today.it – 21 gennaio 2015

E se la 42esima strada di New York diventasse un enorme parco? A porsi questa domanda Pink Cloud, un gruppo di architetti danesi, che ha prima immaginato e poi trasformato in un progetto questa visione della famosissima via di Manhattan: un’area verde divisa in 11 sezioni che si sviluppano attorno alla stazione Centrale, trasformata in una galleria d’arte. E’ questa la loro Greeenway, sostenibile dal punto di vista energetico: biogas, energia solare e rifiuti organici riciclati sono infatti perfettamente integrati con i servizi presenti nello spazio. “Ci auguriamo che la Greenway possa diventare il cuore di una strategia di recupero complessiva sviluppata attorno alla sostenibilità”, affermano gli architetti sul loro blog.

Quello che al momento è solo un augurio potrebbe un giorno diventare realtà. La città di New York, infatti, ha già fatto molto nel campo della sostenibilità. Diversi i progetti già realizzati per andare avanti nel percorso di trasformazione in una smart city. Solo per fare un esempio concreto, nel 2013 è stato lanciato il programma di bike sharing. La metropoli americana ha fatto bene anche nel campo delle piste ciclabili e andando più indietro nel tempo, già nel 2009 è stata inaugurata la High Line, l’area verde realizzata riqualificando la vecchia linea ferroviaria sopraelevata.

Un po’ di numeri sul progetto di Pink Cloud:

– si stimano 75mila visitatori all’anno e 60 milioni di dollari di entrate fiscali in più;

– la Greenway prevede l’installazione di una stazione di tram circondata da spazi verdi con il conseguente azzeramento del traffico nell’area;

– Accanto ai binari del tram diverse strutture ricoperte da pannelli fotovoltaici o in grado di raccogliere l’acqua piovana, zero sprechi quindi;

– Un’app informerà i visitatori muniti di smartphone sulle caratteristiche di sostenibilità e i servizi presenti in zona. Gli utenti potranno anche partecipare attivamente alle decisioni votando i progetti in discussione.

http://www.today.it/green/life/new-york-progetto-42esima-greenway-Pink-Cloud.html