Etna Hitech all’Etna Start Up Valley celebra il primo compleanno dell’Etna patrimonio dell’Unesco

Il Presidente di Etna Hitech, Ing. Emanuele Spampinato, è intervenuto oggi all’appuntamento “Etna Start Up Valley”, dedicato alle start up e le tecnologie sviluppate sotto l’Etna, nell’ambito delle manifestazioni avviate questa settimana per la celebrazione del primo anniversario dell’inserimento del vulcano Etna nella World Heritage List dell’Unesco (21 Giugno). Al convegno hanno preso parte, tra gli altri, Rosario Faraci, Presidente di Capitt Unict e Antonio Musumeci di WCap  Catania e anche importanti start up del territorio etneo come Flazio e Orange Fiber.

eht etna

Intervento del Presidente di Etna Hitech, Emanuele Spampinato

La serie di manifestazioni, che si svolgeranno fino a Sabato 21 Giugno, organizzate dal Comune di Catania e il Parco dell’Etna, con la collaborazione dell’Ingv, del Cnr e dell’Università etnea, con il coordinamento di Turi Caggegi, direttore di iEtna.it, sito web con app per smartphone dedicato al vulcano, ha avuto inizio ieri al Palazzo della Cultura di Catania (Via Vittorio Emanuele, 121).

“Catania – ha sottolineato il sindaco Enzo Bianco – è una delle pochissime città a essere stata inserita due volte nella lista dei luoghi patrimonio dell’Umanità: per il suo barocco e, da un anno, anche per quell’immenso laboratorio naturalistico a cielo aperto che è il vulcano Etna, con le sue eruzioni la più grande torcia accesa nel Mediterraneo a richiamare, fin dalla preistoria, navi cariche di commercianti, e, oggi, turisti”.

etna start up valley 5

L’evento è stato aperto con il tema: ‘Etna come risorsa, food & wine, tourism, reputation’, con l’intervento di Ezio Raggio dell’Istituto Ivalsa del Cnr di Catania e Benedetto Puglisi, docente di marketing territoriale dell’Università etnea. Oltre all’aspetto gastronomico e l’innovazione nel corso della settimana si parlerà anche di turismo, cinema e letteratura, aspetti scientifici e monitoraggio vulcanologico e altri temi legati alla vita del vulcano. La settimana di celebrazioni verrà conclusa con l’osservazione del cielo del solstizio d’estate dall’affascinante cortile del Palazzo Platamone a cura  dell’Associazione Stelle e Ambiente.